Effetti terapeutici della Graviola Corossol

Ancora sconosciuta in Europa fino a poco tempo fa, la graviola corossol è diventata molto ambita per le sue numerose virtù e benefici. Questo frutto delle regioni tropicali conosce un grande successo in seguito a diverse ricerche scientifiche sulle sue virtù terapeutiche e nutrizionali. Cresce principalmente in Sud America, America Centrale, Africa e Asia. L’albero su cui cresce la graviola corossol è il soursop (Annona Muricata), che appartiene alla famiglia delle Annonaceae, con fiori giallastri che crescono in estate. Il soursop ha una forma ovale, con un colore verde scuro e spine. All’interno c’è una polpa bianca e semi neri non commestibili. Il frutto ha un sapore piccante e può diventare più dolce a seconda della varietà del frutto. Il suo gusto può anche evocare il litchi o il mango con il suo sapore fiorito, esotico e fresco. E ricorda anche alcune gomme da masticare e caramelle.

Le virtù della Graviola Corossol

Se la graviola non vi dice niente, probabilmente ne avrete già sentito parlare con il nome di soursop, sapodilla o guanabana a seconda del paese. Questo frutto può essere consumato come succo, sorbetto e gelato, o consumare direttamente la polpa biancastra. Con questo, il soursop ha anche molte virtù e benefici. Infatti, è un frutto molto ricco di carboidrati, fruttosio e antiossidanti. È anche molto ricco di vitamina C, vitamine B1 e B2. Con la sua polpa piena di fibre, 3,3g per 100g, è eccellente per la salute. Composta in gran parte d’acqua, la graviola è soprattutto un frutto molto idratante e diuretico. Molto ricco di nutrienti, contiene ferro, zinco, potassio, magnesio e fosforo. La sua popolarità è dovuta anche al suo basso contenuto calorico, con 66Kcal per 100g. Oltre a questo, il soursop è noto per combattere i disturbi del sonno, i disturbi cardiaci e le malattie parassitarie. Agisce efficacemente come antinfiammatorio e antidepressivo e ha proprietà antistress e rilassanti. E anche se non è ampiamente disponibile in Europa, ci sono alternative al frutto, come polveri, foglie e persino graviola biologica in forma di capsule. Con i benefici concentrati nella polvere, le capsule di graviola sono positive. Per averne un po’, clicca qui.

I benefici del soursop

Oltre al frutto, il soursop o annona muricata ha anche un gran numero di benefici. Che si tratti delle foglie, delle radici o della corteccia, la graviola è nota per i suoi effetti terapeutici su diverse aree del corpo. Le foglie di soursop in infusione possono essere usate per trattare le infiammazioni mucose e aiutare a sbarazzarsi del muco dalla gola, dal naso e dai polmoni. E insieme alle radici, le foglie della graviola aiutano anche a controllare i livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete. Le foglie sono anche usate per alleviare raffreddori, tosse e asma. Per quanto riguarda il succo di soursop, è ideale per la dissenteria e lo scorbuto. Le radici e la corteccia, con le loro proprietà rilassanti, sono note per essere sedative.

Il corossolo di graviola: un rimedio anticancro?

Il soursop è apprezzato per il suo sapore agrodolce, così come per i suoi numerosi benefici. Ma ciò che l’ha reso così popolare sarebbero le sue apparenti virtù anticancro. Alcuni anni fa, una ricerca ha proposto che la graviola è 1000 volte più efficace della chemioterapia. Si dice che sia una cura miracolosa per il cancro ai polmoni, alla prostata, al seno, al colon, al pancreas e altro. Esperimenti condotti su cellule tumorali in vitro con graviola hanno mostrato segni di miglioramento contro la malattia. Ma questa ricerca non è ancora concreta perché ci sono stati solo test in vitro e su animali. Poiché non ci sono studi su pazienti umani, è impossibile confermare l’efficacia della graviola contro il cancro. Non può essere considerato un rimedio anticancro.

Controindicazioni sulla graviola corossol

Anche se la graviola è un frutto molto popolare, il suo consumo può causare alcuni problemi. Infatti, i ricercatori del soursop non ne raccomandano il consumo eccessivo. Il soursop ha alcuni alcaloidi e acetogenine che sono noti per essere neurotossici e causare malattie nervose. Se consumata in eccesso, la graviola soursop può causare danni alle cellule nervose. La ricerca mostra anche che il consumo eccessivo di soursop ha una correlazione con alcune forme di malattia di Parkinson. Il soursop non è quindi raccomandato per le donne incinte o che allattano. Le tossine contenute nella graviola possono essere dannose per il bambino e causare danni in età molto giovane.

Quali sono i benefici dell’Aloe vera?
Trovare il chirurgo giusto per un intervento di addominoplastica